Se il made in Italy è più apprezzato all’estero che in Italia

Se il made in Italy è più apprezzato all’estero che in Italia

Alla Rinascente di via del Tritone a Roma quattro giorni per celebrare il made in Italy. Idea buona e giusta, ma forse non ben riuscita

Quattro giorni per celebrare il made in Italy. O almeno questa era l’intenzione dell’evento organizzato dalla Rinascente di Roma nel nuovo store di via del Tritone inaugurato l’anno scorso.

In realtà non era un evento singolo, ma più mini-eventi dislocati nei vari piani, dal -1 al sesto, e con la partecipazione di molti importanti marchi: da Ferragamo a Miu Miu, da Tod’s a Zegna, da Msgm a Valextra, da Agl a Jimmy Choo tanto per citarne alcuni, della moda ma anche del food.

L’idea era quella di presentare l’eccellenza italiana proprio mentre si compie, di farla “toccare con mano”, con dimostrazioni dal vivo di come nasce un prodotto attraverso l’abilità e l’esperienza degli abili artigiani che tutto il mondo ci invidia o attraverso assaggi di prodotti tipici.

Iniziativa lodevole e io non ho voluto perdere l’occasione. Ho scelto il primo giorno, sabato 28 aprile, immaginando di trovare molta ressa e curiosità. Invece no. Forse l’iniziativa non è stata adeguatamente pubblicizzata. O forse ha giocato a sfavore la scelta delle date (nel bel mezzo del ponte del Primo Maggio). O forse ancora il made in Italy in Italia non interessa granché. Fatto sta che decisamente no, non c’erano né file né ressa.

Made in Italy, made in Ferragamo

Ben diverso da quel che succede all’estero, per esempio in Cina, come mi racconta Giuliano, oltre 30 passati in Ferragamo a Firenze, che oggi porta la sua arte in giro per il mondo. In 8 anni ha partecipato a quasi cento di questi show in 40 paesi del mondo, compreso l’Expo di Shangai nel 2010. «Ero quasi un divo – racconta – C’erano le code per guardare e fare selfie, con me che sono un semplice calzolaio. Sono soddisfazioni» ammette orgoglioso. D’altra parte non si diventa Maestro del lavoro per caso.

made in italy ferragamo

made in italy ferragamo
Giuliano al lavoro

Un’altra tappa mi ha portato da Agl, brand che io amo particolarmente per quel suo mix di rock e romanticismo.

made in italy Agl
Paolo al lavoro nel corner Agl

made in italy Agl

made in italy Agl

E poi ancora incontro un brand a me sconosciuto, Pokemaoke. Direttamente dalle Marche (e da dove sennò trattandosi di calzature?) è un’azienda tutta al femminile dove la creatività la fa da padrona.

made in italyI Pokemaoke

made in italyI Pokemaoke
Lo stand Pokemaoke

Gedebe, invece, realizza prevalentemente borse, riccamente decorate con pietre. Al corner del marchio erano in tre a fare la dimostrazione: una persona tagliava la pelle, un’altra cuciva le pietre secondo il disegno, la terza incollava la decorazione sulla borsa.

made in italy Gedebe

Più difficile cogliere il senso dell’iniziativa nel caso di brand di abbigliamento. Il programma recitava “product show” di cui, però, non ho trovato traccia. L’impressione è stata che il brand medesimo non credesse fino in fondo nella bontà dell’iniziativa. Ma magari nei giorni seguenti è andata meglio.

Trend: la personalizzazione

Questo evento è stato comunque l’occasione per molti marchi di presentare i loro nuovi servizi di personalizzazione. Si tratta di uno dei trend più importanti in questo momento.

I clienti infatti vogliono sentirsi speciali e apprezzano il valore aggiunto di avere un oggetto unico con poca differenza di prezzo rispetto al prodotto standard. Esempi? Jimmy Choo (che realizza le sue scarpe in Italia);  Tod’s, con il progetto del Gommino “fai-da-te”; Dolce e Gabbana, con la personalizzazione a mano delle borse iconiche Sicily.

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

P.S. Questo post è costato diverse ore di lavoro. Se ti è piaciuto condividilo: per me è molto importante.

Happy week!

…and remember: age does not matter

Comments

2 Comments
  1. posted by
    Jeko
    Mag 3, 2018 Reply

    Penso sia stato un evento interessante soprattutto vedere come nascono certe belle cose !!
    Anzi grazie per il post se non altro ci hai regalato un pizzico di evento!!
    Tra i miei preferiti Ferragamo naturalmente

    • posted by
      my english mood
      Mag 3, 2018 Reply

      Ferragamo sì, bellissime!

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: