Baia, tante sfumature di grigio

Baia, tante sfumature di grigio

Per l’AW 2016 Baia usa la monocromia per esaltare forme e strutture. Mini-bag, secchielli, tracolle sono tutti realizzati a mano e sono personalizzabili*

Il grigio è solitamente un colore negletto, che i più scansano con fastidio: un colore inutile, che passa inosservato, che non aggiunge e non toglie nulla ad un look; sinonimo di cupezza, evoca sempre atmosfere negative (che si tratti del maltempo in arrivo e del nostro umore depresso). Per Susy Brown non è così: il grigio, per lei, è il colore dell’eleganza, della profondità, della finezza e della distinzione.

Baia bags

E’ l’ultimo neutro: sofisticato, accessibile, adattabile, desiderabile. Proprio la lunga storia d’amore della designer con questo colore – in tutti i toni, le combinazioni e le variazioni – è all’origine della collezione autunno-inverno 2016 di Baia, brand di pelletteria cento per cento inglese.

Baia bags
Baia, AW16 collection

Puntare su forme, strutture e modelli: così si spiega la scelta di una palette pressoché monocroma per questa nuova collezione (la più ampia realizzata finora), nella quale è la pelle, nelle sue varie texture (scamosciato, cavallino, tinta unita, animalier), a prendersi la scena, esaltata dai dettagli in argento, oro e, novità, rame e metallo.

Baia bags
Baia, AW16 collection
La parola d’ordine è quindi semplicità, sinonimo di eleganza. Forme pulite, pelli lisce, tracolle a catena, chiusure quasi invisibili danno subito l’impressione di una contemporaneità classica e per questo le borse sono abbinabili a qualsiasi look, dal più casual al più sofisticato, dal jeans all’abito da sera. I secchielli, le min-bag, le tracolle rotonde, le catene sottili quasi non si vedono ma ci sono: danno subito un tono all’insieme, mentre la stampa animalier conferisce una sferzata glamour per chi ama osare un po’ di più. La collezione autunno-inverno, insomma, è in continuità con lo stile di Baia (fatto di meditata ed elegante semplicità), ma anche una sua evoluzione, quasi che Susy Brown sia alla ricerca della perfezione e della purezza assolute.
Baia bags
Baia, AW16 collection

D’altra parte, chi sceglie Baia lo fa essenzialmente per questo: per assaporare il gusto di un lusso quotidiano, lusso che è essenzialmente fatto di unicità. Infatti, Baia realizza i suoi prodotti a mano nel proprio laboratorio nello Yorkshire, dove lavora un piccolo team di persone con il compito di creare pezzi che non solo siano di elevata qualità, ma siano anche l’opposto del prodotto di massa ordinario e mediocre.

Baia bags
Baia, AW16 collection

 

E affinché ogni consumatrice possa trovare il prodotto specifico giusto per lei, Baia mette a disposizione un servizio su misura, con una selezione di disegni che possono essere personalizzati e adattati al proprio gusto, grazie ad un’ampia scelta di pelli e colori delle fodere interne che possono essere combinati tra loro e «infiammare il cuore». Se non siamo alla haute couture, poco ci manca.
*pubblicato su Switch Magazine di settembre

Happy week!
…and remember: age does not matter

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: