Sarte Pettegole e molto brave. E io scelgo la camicia bianca

Sarte Pettegole e molto brave. E io scelgo la camicia bianca

Belli i top con le spalle scoperte che vanno tanto di moda. Ma vuoi mettere l’eleganzca senza tempo di una camicia bianca, magari delle Sarte Pettegole?

Cos’è il lusso? Per me è una camicia delle Sarte Pettegole. Nel senso che è diventato davvero un lusso riuscire a mantenersi unici, non lasciarsi sopraffare dalle mode, sfuggire allo standardizzato.

camicia sarte pettegole

Specie ai giorni nostri, quando anche le grandi maison, che hanno fatto la storia della moda in Italia e non solo, sono ormai diventate delle imprese globalizzate a caccia di profitti e non sanno più far sognare, il lusso non si identifica pressoché più con la griffe. Personalmente non ho mai amato andare in giro con addosso ben in vista i loghi dei grandi marchi: mi disturbava quando la griffe era segno inequivocabile di una certa appartenenza sociale; mi disturba oggi che la griffe, al contrario, è entrata – svilendosi – nel mercato di massa sotto forma di cintura, portafoglio, profumo, bijou, ferma capelli.

Sono lontani anni luce i tempi in cui gli Agnelli (e non solo loro) andavano alla Capannina di Forte dei Marmi in bicicletta e zoccoli: oggi i buttafuori non sanno come fare a sistemare le lunghe file di Suv. E’ un bailamme, rumoroso e molesto sia per le orecchie che per l’occhio, un’ostentazione che, almeno su di me, ha un effetto respingente.

Poi c’è anche da dire che certe volte fai persino fatica a distinguere un marchio dall’altro se il logo non è ben visibile. Le maison storiche sono state via via acquisite da grandi gruppi finanziari, il cui unico obiettivo sembra sia quello di macinare profitti, per cui il “made in…” è ormai solo una frottola visto che le produzioni si fanno (a basso, bassissimo costo) in India, Bangladesh, ecc., mentre i designer passano da una maison all’altra, con il risultato di rendere (quasi) indistinguibili le collezioni (a parte rare eccezioni) con buona pace della creatività. Poi c’è la fast fashion che ha un senso solo perché (e finché) può copiare dall’alta moda e dare così a tutti l’illusione di indossare capi esclusivi a prezzi popolari.

Insomma, tutto ciò per dire che, va bene, i top con le spalle scoperte sono belli e sexy e sono apprezzabili gli sforzi volti a creare nuovi modelli, nuovi tagli, nuove scollature, nuovi intrecci ecc. Ma vuoi mettere l’eleganza semplice o la semplicità elegante e senza tempo di una camicia? Magari bianca? Ci vuole un certo ingegno, vicino alla genialità, a rendere unica e particolare una “banale” camicia bianca. Questione di materiali preziosi, lavorazioni artigiane, dettagli originali. E non c’è niente come una classica camicia bianca che mi fa sentire a mio agio, specie se il cotone è finissimo e morbido, il taglio è particolare, lo stile unico ancorché moderno. Come appunto una camicia delle Sarte Pettegole, brand di cui parlo qui.

Si tratta del post più letto in assoluto di questo blog e che continua a incontrare lettori. La cosa mi fa piacere non tanto perché è un post di successo, ma perché vuol dire che là fuori c’è ancora gente che va alla ricerca delle cose autentiche, che cerca l’originale, che non si ferma alla superficie, che mantiene un senso critico e dunque sceglie. Che è il miglior antidoto alla omologazione, uno dei mali maggiori del nostro tempo.

Anch’io ho scelto e me ne sono comprata una: a Roma per fortuna si trovano da Barbara Gregori, in pieno centro.

camicia sarte pettegole

 

camicia sarte pettegole
camicia sarte pettegole

 

camicia sarte pettegole

 

camicia sarte pettegole
camicia sarte pettegole

 

camicia sarte pettegole
camicia sarte pettegole

 

camicia sarte pettegole

 

camicia sarte pettegole

 

camicia sarte pettegole

 

camicia sarte pettegole
camicia sarte pettegole

 

camicia sarte pettegole

I am wearing: Le Sarte Pettegole shirt; Pinko jeans; Michael Kors shoes; Miu Miu sunglasses.

SHOP THE LOOK:
 

Happy week!

…and remember: age does not matter

 

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: