Foulard, revival di un accessorio

Foulard, revival di un accessorio

Il foulard, questo sconosciuto! Elogio di un accessorio versatile e chic ma considerato poco glamour. E’ un peccato perché da solo è in grado di dare un tocco di originalità anche al look più semplice.

Nell’ultimo articolo che ho scritto per Switch Magazine parlavo di Astrid Sarkissian, una talentuosa e pluripremiata designer che realizza fantastici foulard. Li disegna lei stessa a mano, poi li trasferisce al computer e infine li stampa sulla seta, in un processo creativo che unisce il gusto francese (lei vive e lavora a Parigi), l’eccentricità inglese e il know how italiano (la stampa viene eseguita nel comasco), oltre ad una conoscenza profonda (per tradizione familiare) della lavorazione della seta.

Mi sono così resa conto di quanto il foulard faccia poco parte del mio guardaroba quotidiano. E in generale, sono pochissimi gli outfit che comprendono anche questo “quadrato di seta”. Sarà forse perché il foulard lo associamo comunemente ad uno stile moooolto bon ton e poco “rock”, magari addirittura fuori moda, lontano dai codici contemporanei (ma poi non è senza tempo l’eleganza di Audrey Hepburn che era solita indossare un foulard accoppiato a grandi occhialoni neri?).

 

In verità, è un accessorio che può trasformare anche l’outfit più semplice; è versatile e lo si può portare come un gioiello, per dare tono e originalità al proprio look: se non vi piace avvolto attorno al capo, lo potete annodare davanti, come fosse una cravatta, o meglio una collana.

 

Così mi sono messa in testa, è il caso di dirlo, di fare una prova e sono andata a rovistare nei cassetti: chi non ha, infondo ad un armadio, un vecchio foulard, magari della mamma o della nonna? Io ne ho trovato uno addirittura di Gucci, probabilmente regalo della Maison quando mia madre si occupava di moda nel giornale per cui lavorava: ho raccolto i capelli e il foulard l’ho annodato intorno al collo. Vi piace il risultato? A me sì: mi sembra perfetto per una domenica di Pasqua da trascorrere all’aperto; con i capelli che ho, ricci e ribelli, un copricapo così mi dà la sicurezza di essere sempre in ordine ed elegante anche mentre, seduta sull’erba, mi mangio una fetta di casatiello!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   I am wearing: Michael Kors puffer; Pinko jeans: L’Autre Chose shoes; Arte Lisanti bag and bracelet.

SHOP THE LOOK:

Happy Easter!

 

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: