K-way, l’antipioggia per antonomasia

K-way, l’antipioggia per antonomasia

Classico, contemporaneo, di tendenza e tecnologico: tutte le declinazioni di un capo evergreen nella nuova collezione donna SS2016.* 


Tutti più o meno sanno cos’è un k-way. Ma quanti sanno che il “k-way” in realtà si chiama Leon? Era il 1965 quando a Léon-Claude Duhamel, un commerciante di abbigliamento di Parigi, viene la brillante idea di realizzare una giacca comoda, leggera, poco ingombrante, da tenere sempre con sé per proteggersi da pioggia e vento: appunto, il modello Leon. Il successo, però, fu tale (solo nel primo anno furono venduti 250mila pezzi), che la rivoluzionaria giacca – lo spolverino ripiegabile in una tasca-marsupio da legare attorno alla vita – diventerà famosa come K-Way, cioè con il nome del marchio. Marchio che oggi è uno dei pochi (anzi pochissimi) al mondo a poter essere definito “ultranotorio”, cioè che ha influenzato così tanto usi e costumi delle persone da essere diventato parola di uso comune e comparire nei dizionari.

 

Da quel lontano 1965, la piccola cerata in nylon – uno dei simboli degli anni 80 e 90 – ha fatto molta strada, grazie al fatto che il brand ha saputo rinnovare i modelli (pur mantenendo uno stile riconoscibile, come per esempio la tipica cerniera gialla, arancio e blu) adattandoli a tutte le stagioni e restando al passo con i tempi: un capo K-Way è sempre classico, ma anche contemporaneo; di tendenza e colorato, ma anche tecnologico e funzionale. Soprattutto introducendo linee più “fashion”, che grazie a colori, tessuti e stampe ricercati rendono queste giacche oltremodo glamour. Come è il caso, per quanto riguarda la collezione K-Way donna SS2016, del parka Celine (disponibile in sette colori) o dell’elegante (e tecnologico) impermeabile lungo in Nylon Taffetà, con cintura e collo a revers, perfetti per una cena in riva al mare, magari sopra un abito lungo in pizzo.

La “classica” giacca impacchettabile è rinnovata e proposta in una infinità di colori, fino al modello reversibile: fit slim (dunque molto femminile), un lato in tessuto tecnologico Nylon Plus con spalmatura poliuretanica; un lato in canvas 100% cotone stampato o, addirittura, in satin 100% seta per un tocco più chic. C’è anche la versione reversibile in pelle morbida e leggera abbinata a tessuto armaturato fantasia. Alle quali si aggiunge la pratica mantella, proposta in due versioni, una unisex impacchettabile con tasca-marsupio sul davanti, l’altra prettamente da donna in Nylon Taffetà con stampa silver.

Tra le novità della collezione, meritano di essere segnalate la particolare giacca da donna con cappuccio in french terry effetto spugna, con coulisse in vita (da abbinare al pantaloncino coordinato) proposta in un candido bianco; la giacca corta in cotone tecnico a tre strati, proposta in un elegante blu; e la chic Lily Silk 3Layers, giacca in seta tecnica 3 strati con membrana impermeabile e antivento e terzo strato in mesh di poliestere: in un blu iridescente, per un look “prezioso” anche mentre si fa jogging; o nel caso di un improvviso acquazzone sulla spiaggia, indossato sopra al costume intero, antisabbia, antipiega e con l’inconfondibile zip tricolore.

Happy weekend!

 
*pubblicato su Switch-magazine.net

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: