Democrazia made in Usa

È ormai lo sport nazionale americano: bombardare gli altri paesi, primo fra tutti l’#Iraq. È proprio una cosa che non possono fare a meno di fare: bombardare l’Iraq, è dal 1991 che lo fanno senza aver per altro cavato un ragno dal buco. Anzi, hanno peggiorato la situazione: oggi il Medioriente è più destabilizzato che mai, una regione in continua ebollizione: Iraq, #Libia (basta vedere la fuga stile Saigon degli occidentali), #Afghanistan, #Siria, ma anche Egitto e Libano. Ecco il bel risultato delle politiche imperialiste #Usa e dei loro servi europei

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: