Con una faccia un po’ così

Secondo il segretario di stato Usa Kerry Putin «è responsabile del sostegno dato in addestramento e armamenti ai separatisti ucraini: deve pagare». Punto primo: i “separatisti” sono cittadini russi dell’ucraina che non voglio essere occidentalizzati a forza. Secondo: i veri separatisti sono gli sgherri del governo GOLPISTA ucraino, appoggiato INCONDIZIONATAMENTE dall’Europa venduta agli interessi americani. Terzo: come mai il democratico Kerry non si indigna per il vero e proprio progrom ai danni dei comunisti ucraini, aggrediti e minacciati, braccati, con le case, le auto, le sedi devastate? Il partito comunista ucraino è stato dichiarato illegale, che dice il democrstico Kerry? Infine, per logica conseguenza, dobbiamo dire che anche Obama «deve pagare» per il «sostegno dato in addestramento e armamenti» ai killer della Cia e ai ceffi incaricati di destabilizzare i governi di mezzo mondo, non ultimo il tentativo andato fortunatamente a vuoto contro Raul Cadtro reso noto ieri dall’Associated Press.

Per altro che valore ha la lezione di uno che non ne azzecca una? Cito da La Stampa di oggi a proposito del disastro di Gaza: «è entrato nella trattativa sul cessate il fuoco scegliendo di far leva su Qatar e Turchia per avere un canale diretto con Hamas. Il risultato è stato di irritare l’alleato israeliano (…) e di far infuriare gli egiziani (…). Per non parlare di Riad (…). La cisa peggiore per Kerry è stata l’inefficacia del binario Qatar-Turchia (…). Bersagliato da fughe di notizie, liti con gli alleati e perfino con le cimici nel cellulare, Kerry ha dato forfait abbandonando il binario del Qatar per tirnare a Washington riconsegnando la palma dei negoziati agli egiziani. Il risultato è un ulteriore indebolimento dell’influenza americana nella regione». Si spera irreversibile.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: